Cosa contiene il Dlgs 267 2000?

1. E’ approvato l’unito testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, composto di 275 articoli. 1. Il presente testo unico contiene i principi e le disposizioni in materia di ordinamento degli enti locali.

Quali sono gli enti locali TUEL?

Ai fini del presente testo unico si intendono per enti locali i comuni, le province, le città metropolitane, le comunità montane, le comunità isolane e le unioni di comuni.

Cosa è il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi?

Il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, negli enti in cui è prevista la dirigenza, stabilisce i limiti, i criteri e le modalità con cui possono essere stipulati, al di fuori della dotazione organica, contratti a tempo determinato per i dirigenti e le alte specializzazioni, fermi restando i requisiti …

Quali sono le autonomie degli enti locali?

Secondo il d. lgs. 267/2000 (Testo unico enti locali), le autonomie locali sono: i Comuni, le province, le unioni di comuni, le comunità montane, le città metropolitane.

Come sono ordinate le comunità locali?

3 TUEL. 1. Le comunità locali, ordinate in comuni e province, sono autonome. La provincia, ente locale intermedio tra comune e regione, rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi, ne promuove e ne coordina lo sviluppo.

A quale organo compete l’approvazione dei regolamenti sull’ordinamento degli uffici e dei servizi?

E’ di competenza della Giunta l’adozione del regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, nel rispetto dei principi generali definiti dal Consiglio Comunale. 1. Il Segretario Comunale, il cui ruolo e funzioni sono disciplinati dall’art. 97 del D.

Chi sono i responsabili degli uffici e dei servizi?

I responsabili degli uffici e dei servizi sono preposti, secondo l’ordinamento dell’ente, alla direzione degli stessi e sono responsabili della attuazione dei programmi approvati dagli organi istituzionali e della regolarità formale e sostanziale dell’attività delle strutture che da essi dipendono.